RICHIAMO E RITIRO PRODOTTI ALIMENTARI NON CONFORMI

Il Ministero della salute, con un proprio documento, ha stabilito le modalità comunicative per la procedura di richiamo (recall) di prodotti alimentari atti a costituire un rischio per la salute umana, nonché le rispettive procedure del ritiro.

Gli Operatori del settore alimentare (OSA) sono individuati dal Regolamento (CE) 178/2002 come i responsabili della sicurezza degli alimenti. Il Regolamento, che istituisce il sistema rapido di allerta europeo (RASFF), stabilisce che nei casi in cui un prodotto rappresenti un rischio per la salute, l’OSA deve adottare le misure di ritiro e di richiamo.

La prima misura fa riferimento all’obbligo per l’OSA di avvisare i suoi clienti sulla non conformità riscontrata ed a ritirare il prodotto dal mercato. In aggiunta al ritiro, qualora il prodotto fosse già stato venduto al consumatore, l’OSA deve inoltre provvedere al richiamo cioè ad avvisare i consumatori sui prodotti a rischio.

Al fine di agevolare il consumatore nell’individuazione del prodotto oggetto di richiamo, devono essere fornite almeno le seguenti informazioni:

  • Nome del prodotto;
  • Marchio del prodotto;
  • Ragione sociale del produttore-distributore;
  • Lotto di produzione;
  • Sede stabilimento/marchio sanitario (ove applicabile);
  • Descrizione peso/volume unità di vendita;
  • Motivo del richiamo con descrizione precisa del pericolo che ha determinato il richiamo del prodotto;
  • Istruzioni per la gestione del prodotto acquistato ed eventuali avvertenze;
  • Fotografia del prodotto, così come si presenta al consumatore all’atto dell’acquisto.

Il Ministero della salute, per una sempre maggiore attenzione ai consumatori, ha reso disponibile una specifica area del portale per la pubblicazione dei richiami degli OSA.

La divulgazione della comunicazione del richiamo deve avvenire mediante apposita cartellonistica presso i punti vendita interessati.

Inoltre, nel caso di rischio di tossicità acuta occorre usare anche mezzi stampa, radio, TV, nonché una pubblicazione del richiamo sul proprio sito o su social network.

Nel caso di rischio di tossicità cronica, oltre all’apposita cartellonistica, è necessaria la pubblicazione del richiamo sul proprio sito o su social network.

Nel caso di eventuale mancanza di un sito internet o di una pagina nei social media dell’OSA, sarà sufficiente il comunicato di richiamo pubblicato sull’apposita pagina del portale del Ministero della Salute.

Al fine di aggiornare in tempo reale l’informazione, il richiamo sono pubblicati sul sito web del Ministero direttamente da parte delle Regioni o da parte delle Asl.

Il sistema è operativo dal 1 gennaio 2017.

Per maggiori informazioni contattate il vostro consulente di riferimento.

nota ministeriale 15 dicembre 2016

Comments Are Closed