AGGIORNAMENTI IN MATERIA DI CONTAMINANTI CHIMICI PER I TENORI DI PIOMBO E CADMIO



Ultimi interessanti aggiornamenti in materia di contaminanti chimici (Regolamento CE 1881/2006) sui prodotti alimentari pubblicati in gazzetta ufficiale nel mese di agosto, che riepiloghiamo di seguito:


Reg. UE 1317/2021: aggiorna l'allegato del Reg. CE 1881/06 in merito al piombo, abbassando in molti casi i livelli massimi accettabili (soprattutto per i prodotti destinati ai lattanti) e prevedendo dei livelli massimi anche per le categorie del sale e delle spezie essiccate;


Reg. UE 1323/2021: aggiorna l'allegato del Reg. CE 1881/06 in merito al cadmio, riorganizzando la classificazione e categorizzazione degli ortaggi, specificando meglio i limiti e prevedendo livelli massimi per il sale.


I metalli pesanti sono composti che si possono trovare nell’ambiente e derivano sia da fonti naturali che industriali. Cadmio e piombo sono inclusi tra questi contaminanti e si presentano negli alimenti come residui. La contaminazione della materia prima o prodotto finito alimentare può avvenire lungo tutta la filiera agroalimentare, durante le fasi di produzione, processo, confezionamento, trasporto e stoccaggio. Alla luce dei dati più recenti raccolti a seguito della messa in atto di misure di mitigazione è emersa la necessità di ridurre l’esposizione e la presenza di cadmio e piombo in molti prodotti alimentari. Pertanto, è opportuno abbassare gli attuali tenori massimi o fissare tenori massimi per i prodotti alimentari non sottoposti a limiti.

Importanti cambiamenti in merito ai residui di piombo per le seguenti categorie di prodotti alimentari, per cui i livelli massimi sono stati abbassati:

  • Formule per lattanti, formule di proseguimento commercializzati in polvere

  • Alimenti base cereale e altri alimenti per lattanti e bambini

  • Alimenti a fini medici speciali per lattanti e bambini in polvere

  • Bevande per lattanti e bambini liquide, compresi succhi di frutta, o da ricostituire

  • Frattaglie di bovini e ovini, suini e di pollame, con diversi limiti in base alla specie di origine

  • Diversi prodotti vitivinicoli

È stato stabilito il limite massimo di piombo per:

  • Formule per bambini

  • Ortaggi a radice e tubero (esclusi salsefrica, zenzero fresco e curcuma fresca), ortaggi a bulbo, cavoli a infiorescenza, cavoli a testa, cavoli rapa, legumi e ortaggi a stelo

  • Funghi selvatici, curcuma fresca, zenzero fresco

  • Vini liquorosi

  • Spezie

  • Sale

Importanti cambiamenti in merito ai residui di cadmio per le seguenti categorie di prodotti alimentari, per cui si sono stati definiti nuovi livelli massimi:

  • Diverse tipologie di frutta da alberi e frutta secca, ortaggi a radice e tuberi, ortaggi a bulbi, ortaggi a frutto, cavoli, ortaggi a foglia e erbe aromatiche, leguminose, ortaggi a stelo, funghi

  • Legumi secchi e proteine derivate dai legumi secchi

  • Semi oleosi vari

  • Cereali vari

  • Alimenti a fini medici speciali per lattanti e bambini in polvere

  • Formule per lattanti e bambini

  • Bevande destinate ai lattanti e ai bambini nella prima infanzia etichettate e vendute come tali

  • Sale

I nuovi regolamenti sono entrati in vigore dal 30 e 31 agosto 2021 mentre i prodotti messi sul mercato prima di tali date potranno rimanervi fino al 28 febbraio 2022.

Importanti per il mondo dei cereali e prodotti derivati:


Reg. UE 1399/2021: aggiorna e aggiunge in alcuni casi i tenori massimi di sclerozi della Claviceps spp. e di alcaloidi della Claviceps spp. per i cereali;


Reg. UE 1408/2021: aggiorna e aggiunge in alcune casi i tenori massimi di alcaloidi tropanici per le categorie cereali, granturco e infusioni a base di erbe.

La valutazione dei rischi e i piani di analisi dovranno essere riesaminati per gli eventuali aggiornamenti del caso. Per scaricare i regolamenti clicca qui:

2021 - Reg. UE 1323 agg.to tenori di Cadmio

2021- Reg. UE 1048 agg.to tenori alcaloidi tropanici

2021- Reg. UE 1317 agg.to tenori di Piombo

2021- Reg. UE 1399 agg.to tenori sclerozi e alcaloidi Claviceps

Per maggiori informazioni contattate il Vs consulente di riferimento.

22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti