Saldatura ISO 3834



ISO 3834 è lo standard dedicato alla saldatura e definisce linee guida utili per le attività di saldatura, sia per chi le esegue sia per chi le valuta.

Per le attività di saldatura la qualità non può essere totalmente controllata sul prodotto, ma deve essere "costruita" nel prodotto. Per tale motivo è stata necessaria l’introduzione della norma ISO 3834 che definisce i “Requisiti di qualità per la saldatura per fusione dei materiali metallici”.

La norma ISO 3834 è un processo che affronta, indipendentemente dal prodotto, tutte le attività connesse ad un determinato processo produttivo. Inoltre, è di tipo trasversale, cioè applicabile a manufatti e settori diversi.

Essa è composta in totale di 5 parti:

  • Parte 1: Criteri per la scelta del livello appropriato dei requisiti di qualità. Questa parte è una guida utile all’azienda per comprendere le norme ISO 3834 e scegliere quella necessaria per raggiungere la Certificazione.

  • Parte 2: Requisiti di qualità estesi

  • Parte 3: Requisiti di qualità normali

  • Parte 4: Requisiti di qualità elementari

  • Parte 5: Documenti ai quali è necessario conformarsi. Questa parte è obbligatoria e applicabile dall’azienda per seguire l’iter di Certificazione di conformità qualunque sia la ISO 3834 scelta dall’Organizzazione.

La norma ISO 3834 è pensata in modo da poter essere utilizzata sia per la fabbricazione (che includa qualsiasi tipo di costruzione saldata per fusione) sia per la valutazione. È usata da organizzazioni interne ed esterne (committenti, Direzione Lavori), per valutare l’abilità di un “costruttore di manufatti saldati” nel soddisfare i requisiti del cliente, dei regolamenti o i propri requisiti.

La norma ISO 3834 è applicabile sia alle aziende il cui prodotto sia realizzato mediante la realizzazione di giunzioni permanenti / saldatura di materiali metallici, sia in officina di produzione, sia in cantieri esterni.

Affinché i prodotti siano esenti da grossi problemi in produzione e in servizio, è necessario prevedere controlli, a partire dalla fase di progettazione, attraverso la scelta dei materiali, fino alla fabbricazione ed alla successiva ispezione. Per esempio, una progettazione inadeguata può creare difficoltà serie e costose in officina, in cantiere o in servizio. Una scelta non corretta dei materiali può portare a problemi, quale per esempio la formazione di cricche nei giunti saldati.

Inoltre, con il nuovo scenario normativo europeo che impone la marcatura CE per i prodotti strutturali metallici secondo EN 1090-1, la conformità alla ISO 3834 diventa obbligatoria e propedeutica per tutte le aziende che producono prodotti metallici strutturali assemblati mediante giunzioni saldate.

Obiettivi della norma ISO 3834 sono:

  • Assicurare la competenza dell’azienda e l’applicazione di un adeguato controllo del processo di saldatura e fornire un metodo per dimostrare la capacità di fabbricare prodotti di qualità ‎specificata

  • Assicurare una fabbricazione senza difetti ed efficiente, valutando e cercando di capire l’origine dei potenziali inconvenienti ed introducendo appropriate procedure per la loro eliminazione

  • Garantire ai clienti la conformità dei prodotti realizzati ai requisiti di qualità prescritti.

  • Definire requisiti di qualità per la saldatura in officine e/o in cantieri.

  • Fornire una base per valutare la capacità ed abilità nella saldatura di un costruttore e del personale utilizzato.

  • Verificare il metodo impiegato per la realizzazione ed il controllo dei manufatti realizzati tramite saldatura per apporto termico con e senza metallo d'apporto.

  • Assicurare che la fase realizzativa del manufatto sia praticabile ed in accordo a quanto previsto dal progetto.

  • Fare in modo che la produzione dei componenti avvenga garantendo sia la sicurezza di chi ci lavora, sia quella degli utenti finali.

  • Impiegare tecniche adeguate che assicurino costantemente la buona qualità del prodotto.

Per maggiori dettagli potete contattare il Vostro consulente di riferimento

24 visualizzazioni0 commenti