BRC IoP – PACKAGING AND PACKAGING MATERIALS VERSIONE 5

PRESENTAZIONE

Questo standard è stato sviluppato dal British Retail Consortium, che rappresenta i maggiori rivenditori britannici, in collaborazione con UKAS (United Kingdom Accreditation Service), organismo di accreditamento nazionale britannico e da questo riconosciuto e l’lnstitute of Packaging.

Introdotto per la prima volta nel 2001, lo standard è stato pensato per le aziende fornitrici di imballaggi e materiali da imballaggio, alle quali offre linee guida per la produzione sicura, per la gestione della qualità del prodotto, al fine di soddisfare le esigenze dei clienti ed ai requisiti di carattere cogente.

La certificazione di conformità allo standard è ampiamente riconosciuta da proprietari di marchi, rivenditori, aziende alimentari e produttori di tutto il mondo.

AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD

 

Lo standard definisce i requisiti per la produzione di imballaggi e materiali da imballaggio utilizzati nelle operazioni di confezionamento e riempimento di alimenti e bevande, cosmetici, articoli per l’igiene personale ed altri prodotti e materiali di consumo.

Lo standard non si applica agli imballaggi o i materiali da imballaggio non sottoposti ad alcun processo presso il sito oggetto della verifica, né alle attività correlate alla vendita all’ingrosso, all’importazione, alla distribuzione o stoccaggio che esulino dal controllo diretto dell’azienda.

PRINCIPALI CAMBIAMENTI

 

In questa edizione, si è posta particolare attenzione ai seguenti aspetti:

 

  • Lo spostamento del concetto da “buona pratica” a “migliore pratica”;
  • Il processo dei sistemi per la gestione della qualità nel controllo degli imballaggi stampati;
  • Continuare a garantire la coerenza della procedura di verifica;
  • Maggiore riconoscimento della diversità del settore degli imballaggi e delle esigenze dei suoi clienti, attraverso l’inserimento di nuove aree del settore (ad esempio la stampa) e di moduli aggiuntivi facoltativi allo standard, che i siti possono scegliere di includere nella verifica ispettiva al fine di soddisfare specifiche esigenze del cliente o del programma.
  • L’incentivazione di una maggiore trasparenza e rintracciabilità nella catena di fornitura;
  • L’incentivazione dell’adozione dello standard come strumento per migliorare la sicurezza del prodotto nei piccoli stabilimenti e impianti industriali in cui i processi sono ancora in fase di sviluppo, attraverso la revisione dell’enrolment programme (programma di adesione).

 

I requisiti della quinta edizione dello standard rappresentano un’evoluzione rispetto alle precedenti edizioni. Si continua a sottolineare l’importanza dell’impegno della direzione, di un programma di sicurezza del prodotto basato sull’analisi del rischio e dei pericoli e di uno specifico sistema di gestione della qualità.

Tra i produttori alimentari si è registrato un aumento del numero delle verifiche ispettive non pianificate e questo dimostra una maggiore fiducia nell’attuazione di una cultura sulla sicurezza alimentare. Per trasferire quest’aspetto positivo alla catena di fornitura, il programma facoltativo di verifica ispettiva non pianificata è stato inserito nello standard per la prima volta. L’audit non pianificato, può essere svolto secondo le seguenti modalità:

 

Opzione 1 – Audit interamente non annunciato della durata di 1-3 giorni

 

Opzione 2 – Audit diviso in 2 parti della durata di 1-2 giorni ciascuna:

 

  • Parte 1: audit non annunciato, esamina principalmente le buone pratiche di fabbricazione dello stabilimento;
  • Parte 2: audit programmato, basato soprattutto sulla revisione della parte documentale, procedure e registrazioni.

 

I programmi di verifica non pianificata sono facoltativi, ma forniscono ai clienti un’ulteriore fiducia nella certificazione, creando una serie di vantaggi commerciali al raggiungimento del massimo grado rilasciato da BRC, ovvero AA+.

 

A partire dal 1 gennaio 2016 tutti gli audit dovranno svolgersi in conformità all’edizione 5.


PERCHE’ CERTIFICARSI BRC PACKAGING AND PACKAGING MATERIALS?

 

La certificazione porta i seguenti vantaggi:

  • implementazione di un sistema completo che dia garanzie ai clienti in merito a qualità, sicurezza alimentare e conformità legislativa;
  • fornisce un unico standard e un unico protocollo che disciplinano la verifica accreditata degli organismi di certificazione esterni, consentendo una valutazione indipendente ed affidabile;
  • visibilità delle aziende certificate e diritto di utilizzare il logo ai fini delle operazioni commerciali;
  • soddisfacimento delle sempre più puntuali esigenze dei clienti.

 

 

ITER DI CERTIFICAZIONE

 

L’iter di certificazione prevede:

 

  • La formulazione di un’offerta economica (senza impegno);
  • La visita di valutazione in azienda da parte dei nostri esperti (check-up iniziale);
  • La stipula di un contratto di consulenza;
  • L’implementazione di un sistema integrato Qualità e HACCP;
  • La redazione del manuale, delle procedure e della modulistica correlata;
  • Verifiche ispettive interne;
  • Supporto nella scelta dell’Ente di Certificazione e nella elaborazione della domanda di certificazione;
  • Assistenza durante l’audit di certificazione;
  • Programma di mantenimento per gli anni successivi a quello della prima certificazione.

 

 

PROGEST SRL SVILUPPA LE SEGUENTI ATTIVITA’ IN MATERIA ALIMENTARE

Animated Social Media Icons by Acurax Responsive Web Designing Company