GLOBAL GAP

Il documento normativo per la certificazione “EUREPGAP Frutta e verdura” è nato nel 1997 da un’iniziativa della grande distribuzione (EUREP) ed è stato elaborato da un gruppo di rappresentanti europei appartenenti a tutti gli stadi produttivi del settore ortofrutticolo, con l’appoggio di organizzazioni di produttori non appartenenti all’UE.

Il protocollo GLOBAL GAP ha lo scopo di favorire la commercializzazione di prodotti agricoli certificati, garantendo al cliente produzioni sicure, tracciabilità controllata, rispetto dell’ambiente e salvaguardia della salute degli operatori. Si tratta quindi di un controllo specifico per le aziende agricole e la verifica viene eseguita valutando la conformità ai requisiti stabiliti nelle “Buone Pratiche Agricole”.

Il documento e le procedure GLOBAL GAP sono validate e concordate tra i singoli partner dell’intera filiera di frutta e verdura dopo una lunga fase di consultazione.
Lo standard delle buone pratiche agricole (GAP – Good Agricultural Practice) è richiesto dai principali retailers del Centro e Nord Europa ed è attualmente diffuso in tutto il mondo.

REQUISITI

Il protocollo prevede la gestione di requisiti relativi alla rintracciabilità, agli aspetti ambientali (storia e gestione dei siti, gestione del terreno e dei sub-strati, gestione dei rifiuti e dell’inquinamento, riciclaggio e riutilizzo), al prodotto (fitofarmaci impiegati, tecniche di irrigazione, protezione delle colture, modalità di raccolta e trattamenti post-raccolta, OGM nel rispetto delle leggi), ma anche aspetti riguardanti la salute e la sicurezza dei lavoratori e le loro condizione di lavoro, nonché elementi relativi alla gestione aziendale (archivio delle registrazioni, gestione dei reclami, verifiche ispettive interne).

Lo schema prevede la certificazione, da parte di un organismo indipendente accreditato secondo la norma internazionale EN 45011, della corretta applicazione del protocollo basato su:

  • attenzioni specifiche per la protezione ambientale;
  • cura degli aspetti igienici nella manipolazione dei prodotti alimentari;
  • rispetto dei requisiti generali per la salute e la sicurezza dei lavoratori;
  • rispetto della normativa specifica nel trattamento dei lavoratori;
  • tecniche riconosciute di lotta integrata.

Il certificato GLOBAL GAP richiede almeno una verifica periodica annuale per verificare il mantenimento e il soddisfacente funzionamento dello standard.
Nel caso di agricoltori individuali è prevista un’ulteriore verifica eseguita senza preavviso.
Ogni 3 anni è previsto un riesame dell’intero sistema, con lo scopo di verificare la complessiva e continua efficacia del sistema nella sua globalità.
I produttori possono richiedere la verifica sia singolarmente che in gruppo. In questo caso è necessario che uno dei soggetti coinvolti venga identificato come garante di tutti gli altri che intendono perseguire la certificazione e quindi si rende indispensabile la valutazione di alcuni aspetti del Sistema Qualità (procedure operative).

La nuova versione si differenzia dalla precedente non solo perché è integrata per tutte le filiere, ma anche per diversi altri aspetti. Oltre ad avere più requisiti da ottemperare, sono state effettuate delle riclassificazioni interne in modo da incrementare il numero di requisiti maggiori e minori che rappresentano le disposizioni obbligatorie nello standard.

PERCHE’ CERTIFICARSI GLOBAL GAP?

I vantaggi di una certificazione GLOBAL GAP sono:

  • migliore accesso ai mercati internazionali. GLOBAL GAP, infatti definisce lo standard di produzione dei prodotti ortofrutticoli, condiviso ed accettato dai maggiori gruppi della distribuzione europea;
  • maggiore competitività;
  • miglioramento delle procedure di gestione aziendale e riduzione dei costi nel lungo periodo;
  • miglior controllo di numerosi aspetti riguardanti la sicurezza alimentare e l’impatto ambientale;
  • miglioramento dell’immagine aziendale;
  • l’integrazione e le sinergie con le regole della Produzione Integrata per la produzione e commercializzazione di ortofrutta e prodotti freschi in genere;
  • il protocollo GLOBAL GAP rappresenta una vera e propria Linea Guida per le “Buone Pratiche Agricole”;
  • uniformità dello standard rispetto alle richieste delle più importanti catene della GDO mondiali.

 

PROGEST SRL SVILUPPA LE SEGUENTI ATTIVITA’ IN MATERIA ALIMENTARE

 

 

 

Animated Social Media Icons by Acurax Responsive Web Designing Company