ISO 22000

La norma rappresenta uno standard volontario, con l’intento di armonizzare i differenti schemi HACCP con i differenti standard utilizzati per la verifica della sicurezza igienica.

La norma è stata riconosciuta come Standard Internazionale alla fine del 2005.

Gli elementi chiave della ISO 22000 sono:

  • direzione (politica, impegno, organizzazione, risorse);
  • Piano HACCP (gestione dei punti di controllo critici);
  • pre-requisite programs (qualunque altra cosa che necessiti di un controllo);
  • comunicazioni (è richiesta una comunicazione attiva tra interno/esterno).

I capitoli della norma ISO 22000 sono:

  • scopo;
  • riferimenti normativi;
  • termini e definizioni;
  • sistema di gestione della sicurezza alimentare;
  • responsabilità della direzione;
  • risorse della direzione;
  • pianificazione e realizzazione del prodotto sano;
  • verifica, validazione e miglioramento del sistema di gestione della sicurezza alimentare.

La norma, strutturata tenendo conto dei differenti input che provengono dalle diverse comunità scientifiche, è stata studiata in modo tale da risultare coerente con le impostazioni delle norme di sistema/ambiente già utilizzate nel panorama certificativo.
La norma ISO 22000 deve infatti essere considerata complementare e non sostituiva della ISO 9001. Mentre quest’ultima non è una norma specifica per l’agro-alimentare, ma copre tutti gli aspetti di gestione di un’azienda, la ISO 22000 si focalizza sugli aspetti igienici.

OBIETTIVI

La nuova norma ha come obiettivo principale il miglioramento della gestione igienica dell’azienda, implementando un nuovo standard igienico che possa portare a:

  • maggiore pianificazione dei controlli preventivi e diminuzione dei controlli post-produzione;
  • gestione della filiera in continuo (food chain management);
  • gestione dei rischi più efficace e dinamica;
  • gestione sistematica dei programmi di pre-requisiti (pre-requisite programs).

Lo standard mira ad integrare i concetti di gestione dei rischi, secondo quanto indicato dal Codex Alimentarius, con i concetti di pre-requisite programs (PRSs) necessari per controllare e ridurre ogni rischio igienico identificato lungo la catena produttiva.

Lo standard specifica chiaramente il concetto di PRSs suddividendolo in due categorie:

  • infrastrutture e programmi di manutenzione;
  • operational pre-requisite programs.

Un’efficace gestione del rischio igienico è quindi il risultato di un giusto equilibrio tra:

  • Piano HACCP;
  • l’applicazione dei pre-requisite programs.

Infrastrutture e programmi di manutenzione servono per controllare e ridurre i differenti rischi derivanti dall’ambiente produttivo, mentre i PRSs sono usati per soddisfare i requisiti di base.
Il Piano HACCP ha invece lo scopo di gestire i rischi specifici legati al prodotto per eliminarli o ridurli al minimo.
Nell’eseguire l’analisi dei pericoli, l’organizzazione deve pianificare una chiara strategia che assicuri il controllo del pericolo combinando sapientemente i PRSs ed il Piano HACCP.

PERCHE’ CERTIFICARSI ISO 22000?

I vantaggi di una certificazione ISO 22000 sono:

  • la certificazione del sistema viene riconosciuta nell’intera filiera;
  • cancellazione di parte degli standard internazionali esistenti;
  • opportunità di effettuare un’analisi dei pericoli e la valutazione dei rischi con competenza;
  • opportunità di elaborare i Piani di Autocontrollo aziendali con la stretta e reale partecipazione dell’azienda;
  • gli auditor che valuteranno le aziende saranno di alto profilo e competenti nel settore verificato;
  • gestione efficace ed efficiente delle risorse interne ed esterne;
  • miglioramento della qualità del proprio modo di operare per soddisfare in modo continuativo le esigenze espresse ed implicite dei Clienti;
  • miglioramento dell’immagine;
  • maggior competitività.

 

VEDI LE ALTRE ATTIVITA’ SVILUPPATE DA PROGEST SRL IN MATERIA ALIMENTARE:

 

Social Media Widget Powered by Acurax Web Development Company