RISK MANAGEMENT

Sistemi di gestione per la qualità, l’ambiente e la sicurezza sono necessari per il successo aziendale, ma non sufficienti se non affiancati da un sistema di identificazione e gestione dei rischi.

Risk management sembra essere la formula magica che molti pronunciano di fronte a eventi, più o meno catastrofici, che comportano perdite economiche significative: “Sarebbe stato sufficiente gestire il rischio, e tutto ciò non sarebbe accaduto”, è la frase che sentiamo ripetere. Cerchiamo di capire cosa sia il risk management e a quali ambiti aziendali si possa applicare.
Il risk management è l’individuazione e la gestione di tutti i rischi inerenti l’attività dell’azienda. È da sottolineare che la necessità di gestire tutti i rischi evidenzia la natura multidisciplinare del risk management.

Attualmente la gestione del rischio viene applicata quasi esclusivamente ai settori assicurativo e finanziario che utilizzano questa tecnica da un lato per controllare il proprio rischio d’impresa, dall’altro per gestire o acquisire, nel caso delle assicurazioni, i rischi dei clienti. Questo accade perché la stessa idea di rischio è estranea alla cultura delle nostre aziende e, per questo, buona parte delle avventure imprenditoriali si trasformano in partite di roulette russa: di solito va tutto bene, ma il rischio di chiudere è dietro l’angolo.
Pensiamo a un qualsiasi progetto l’impresa voglia avviare: possiamo gestire gli elementi di rischio per il progetto?
Certamente sì. In generale, la presenza di rischio non pregiudica il raggiungimento degli obiettivi di progetto, a condizione che il rischio sia stato individuato e valutato prima che si verifichi. È necessario:

 

  • analizzare i rischi in relazione al loro effetto sui parametri significativi del progetto (tempo e costo);
  • mettere a punto le azioni preventive di minimizzazione degli effetti;
  • pianificare le azioni da intraprendere nel caso in cui si verifichi.

 

Il beneficio che ne deriva è quello di limitare gli effetti negativi e massimizzare le opportunità di business. Proprio questo è in sostanza il cuore del processo di risk management:

 

  • individuare e analizzare tutti i rischi per l’attività dell’impresa;
  • esaminare i possibili provvedimenti per eliminare o ridurre i rischi individuati;
  • valutare la gravità del danno che possono procurare all’attività dell’impresa e all’imprenditore;
  • stimare la probabilità che l’evento associato al singolo rischio si verifichi;
  • procedere a eliminare o ridurre i rischi.

 

L’OPPORTUNITA’ DI RIDURRE I COSTI

Risk management si avvale di due importanti strumenti: l’analisi costi-benefici e il trasferimento del rischio.
L’analisi costi-benefici può essere effettuata soltanto dopo aver valutato, con buona approssimazione, l’entità economica del danno associato a ciascun rischio che dovrà essere confrontata con il costo delle misure di prevenzione ipotizzate.
Fatto questo si ha un quadro completo dei così detti rischi economicamente quantificabili: in pratica, conoscendo il rischio, il danno che può provocare in termini economici e il costo delle contromisure, si può decidere come intervenire nel modo economicamente più vantaggioso per l’azienda.
A questo punto entra in gioco il trasferimento del rischio: stipulo una polizza assicurativa per coprire quella parte di rischio che non è economicamente vantaggioso eliminare.
Se il danno è di natura esclusivamente economica, ed è quantificabile, il risk management tutela appieno l’azienda e, vantaggio fondamentale, l’analisi può essere effettuata da un consulente con un minimo coinvolgimento del management aziendale.
Un ulteriore vantaggio è dato dall’analisi dei rischi che, se ben condotta, consente di individuare sia le aree di spreco, sia i punti critici, in termini economici, della gestione aziendale. Queste informazioni, in diversi casi, hanno stimolato le imprese ad esplorare nuove tecnologie e nuovi modelli gestionali per ridurre i costi giudicati eccessivi. In conclusione, se un danno è di natura economica, il risk management è lo strumento ideale per ridurre i costi e pianificare l’attività aziendale.

I RISCHI TRASCURATI

In una società complessa come la nostra esistono anche rischi che possono comportar danni non quantificabili economicamente e quindi spesso trascurati dagli analisti e dalla direzione, come ad esempio il coinvolgimento civile e penale del top management e il danno all’immagine che può estromettere un’azienda dal mercato.
Ecco il punto critico del processo di risk management: per tutti i danni non quantificabili in termini economici, è necessario un pesante coinvolgimento del top management aziendale per valutare correttamente i rischi e decidere fino a che punto ridurli. Troppo spesso le aziende concentrano tutte le risorse su produzione e vendita senza preoccuparsi di tutti quegli eventi che possono pregiudicare il loro stesso core business. Un marchio prestigioso del settore alimentare può essere distrutto da una banale interruzione della catena del freddo, magari in qualche negozio che distribuisce il prodotto: qualche anno fa un po’ di mascarpone avariato ha eliminato dal settore alimentare un marchio che, per inciso, produceva ottimi prodotti.
Sono proprio questi rischi a richiedere la massima attenzione, perché spesso gli eventi collegati si traducono in vere e proprie emergenze, o crisi, che l’azienda è chiamata a gestire correttamente, pena l’esclusione dal mercato. In conclusione, la gestione del rischio all’interno di un’azienda è fondamentale, non solo per la sopravvivenza dell’azienda stessa, ma anche per minimizzare:

 

  • i costi legati agli eventi non previsti ma prevedibili;
  • il danno all’immagine aziendale;
  • i costi assicurativi;
  • il rischio di denunce penali e sanzioni amministrative a carico del vertice aziendale.

 

Il risk management consente di:

 

  • conoscere i rischi presenti in azienda (analisi dei rischi);
  • predisporre un piano di riduzione dei rischi con la relativa analisi costi-benefici;
  • trasferire, mediante polizza assicurativa, solo quella parte del rischio presente che non riesce ad eliminare.

 

VEDI LE ALTRE ATTIVITA’ SVILUPPATE DA PROGEST srl IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE AZIENDALE:

 

 

 

 

Customized Social Media Icons from Acurax Digital Marketing Agency