PIANO EMERGENZA – PROCEDURE PER LA SICUREZZA – NOMINA DEI RUOLI

In data 30 Aprile 2008 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il D.Lgs. n° 81 (Testo Unico per la Sicurezza) con oltre 300 articoli e oltre 57 allegati tecnici che, in modi diversi per tipologia di azienda, devono essere applicati dai Datori di Lavoro.

L’obiettivo principale di tale sistema è quello di effettuare un adeguamento degli stabilimenti ed ambienti di lavoro, per la sicurezza dei lavoratori nello svolgimento delle proprie mansioni, adottando tutte le misure descritte nel Decreto e introducendo in azienda l’uso dei Dispositivi di Protezione Individuali (DPI).

Inoltre viene estesa la responsabilità ai Dirigenti e Preposti per la sorveglianza alle disposizioni aziendali finalizzate alla prevenzione infortuni.

IL D.Lgs 81/08 PREVEDE CHE DEVE ESSERE REDATTO E FIRMATO IL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER TUTTE LE AZIENDE DI QUALSIASI TIPOLOGIA, SETTORE ED ENTITA’; INOLTRE I SOGGETTI RESPONSABILI DEVONO AVER SVOLTO LA FORMAZIONE PREVISTA NEI TERMINI DI LEGGE (RISCHI SPECIFICI, ANTINCENDIO, PRONTO INTERVENTO, GESTIONE DELLA SICUREZZA AZIENDALE).

SANZIONI PREVISTE DALLA NUOVA NORMATIVA

In base ai criteri indicati dalla legge delega 123/2007 è stata prevista la pena dell’arresto da sei a diciotto mesi per il datore di lavoro che non abbia effettuato la valutazione dei rischi cui possono essere esposti i lavoratori in aziende che svolgano attività con elevata pericolosità.
Nei casi meno gravi di inadempienza, il decreto legislativo prevede, invece, che al datore di lavoro si applichi la sanzione dell’arresto alternativo all’ammenda o della sola ammenda, con un’attenta graduazione delle sanzioni in relazione alle singole violazioni.
Per favorire l’adeguamento alle disposizioni indicate dal decreto legislativo, al datore di lavoro che si metta in regola non è applicata la sanzione penale ma una sanzione pecuniaria. Il datore di lavoro che cominci ad eliminare concretamente le conseguenze della violazione o che adempia, pur tardivamente, all’obbligo violato ottiene, nel primo caso, una riduzione della pena, nel secondo caso la sostituzione della pena con una sanzione pecuniaria che va da un minimo di 8.000 euro a un massimo di 24.000. Ovviamente tale possibilità è esclusa quando il datore di lavoro sia recidivo o si siano determinate, in conseguenza della mancata valutazione del rischio, infortuni sul lavoro con danni alla salute del lavoratore.

INTERVENTO DI CONSULENZA

PROGEST S.r.l. svolge attività di consulenza per l’adeguamento alle normative vigenti per i diversi settori di attività.
La fase di attuazione prosegue con la valutazione dei rischi, che viene svolta per ogni insediamento.
A seguito della valutazione dei rischi, vengono redatti, unitamente al “Documento di valutazione dei rischi”:

  • il piano degli adeguamenti;
  • il progetto di formazione;
  • il piano di emergenza;
  • il Manuale e le istruzioni operative;
  • il piano dei controlli.

Il piano degli adeguamenti, che viene concordato con il datore di lavoro, riporta gli interventi da effettuare per adeguare ogni singolo insediamento alla normativa sulla sicurezza dei lavoratori.
Il progetto di formazione riporta la metodologia ed i programmi dettagliati dei corsi di formazione per i dipendenti.
Il piano di emergenza riporta le procedure operative per gestire le situazioni di emergenza che possono verificarsi sul luogo di lavoro.
Il Manuale riporta le modalità di svolgimento delle mansioni, con istruzioni operative per l’utilizzo dei macchinari e/o attrezzature, almeno per le operazioni che comportano un rischio significativo. Il Manuale contiene anche le procedure per gestire la sicurezza dei lavoratori, autonomi o dipendenti di terzi, che operano in azienda.
Il piano dei controlli riporta i controlli da effettuare con l’indicazione della periodicità, l’elenco dei responsabili e le modalità di registrazione dei controlli stessi.

PROGEST Srl prepara, inoltre, tutta la documentazione prevista dalla normativa vigente al fine di evitare le sanzioni penali ed amministrative al Titolare dell’Azienda.

PROGEST Srl propone un servizio di assistenza annuale che consiste in un aggiornamento normativo, uno o più sopralluoghi di un nostro tecnico per la verifica e l’aggiornamento della vostra documentazione e del Vs ambiente di lavoro e la formalizzazione della Riunione periodica annuale (uno degli obblighi previsti dal D.Lgs 81/08) .

VEDI LE ALTRE ATTIVITA’ SVILUPPATE DA PROGEST IN MATERIA DI SICUREZZA:

Social Media Icons Powered by Acurax Web Design Company